Rapporto sul reddito aggiuntivo. Dichiarazione precompilata Info e assistenza - Istruzioni per la compilazione del quadro RM

Per effetto delle disposizioni dell'art. I trattamenti di fine rapporto e le indennità indicati nell'art.

Ricorda che, di norma, diamo la possibilità di fissare l'appuntamento o di presentarci i documenti per l'eleborazione con qualche settimana di anticipo.

rapporto sul reddito aggiuntivo

Prima ci contatti e prima avrai il modello elaborato! Per questo abbiamo bisogno anche della tua collaborazione. In caso di dubbio contattaci!

rapporto sul reddito aggiuntivo

Entro 90 giorni, con una piccola sanzione, puoi presentarlo 'tardivamente'. Chi deve effettuare la dichiarazione dei redditi obbligatoriamente?

Quadri Aggiuntivi Mod. Redditi (RW-RT-RM)

Soggetti obbligati a presentare il Mod. Tipologie reddituali ammesse nel Mod. Questo sia che la retribuzione sia in denaro che in rapporto sul reddito aggiuntivo. Tassazione dei redditi da lavoro dipendente: procedura Il sistema di tassazione ordinario dei redditi di lavoro dipendente si applica attraverso le aliquote progressive Irpef, e successivamente attribuendo le detrazioni spettanti detrazioni per lavoro dipendente e per familiari a carico.

La detrazione a carattere generale è di importo variabile in funzione del reddito complessivo. Adempimenti del lavoratore dipendente Gli adempimenti fiscali del lavoratore dipendente consistono semplicemente nella dichiarazione dei redditi annuale. In presenza di altri redditi, invece, devono presentare la dichiarazione modello Redditi PF o Per usufruire delle detrazioni per familiari a caricoil lavoratore deve presentare una dichiarazione cartacea o telematica al datore di lavoro per informarlo sulle condizioni di spettanza delle medesime e per indicare il codice fiscale dei soggetti a carico.

Si precisa che nel caso in cui siano stati percepiti più TFR erogati dallo stesso o da diversi datori di lavoro è necessario compilare distinte sezioni X utilizzando più moduli del quadro RM. Quota di TFR maturato al 31 dicembre occorre ridurre rapporto sul reddito aggiuntivo del TFR erogato di una somma pari a euro ,87 ovvero a euro ,23 se il rapporto di lavoro è cessato entro il 30 dicembre per ciascun anno preso a base di commisurazione colonne da 6 a L'importo annuo di euro ,87 deve essere rapportato a mese per i periodi inferiori all'anno e deve essere proporzionalmente ridotto negli anni in cui il rapporto si è svolto per un numero di ore inferiore a quello ordinario previsto dai contratti collettivi di lavoro periodi di part-time.

Per i periodi inferiori all'anno le suddette detrazioni devono essere rapportate al relativo numero di mesi; se il rapporto si svolge per un numero di ore inferiore a quello ordinario previsto dai contratti collettivi di lavoro periodi di part-timele detrazioni devono essere proporzionalmente ridotte.

Si precisa che le detrazioni non spettano in caso di anticipazioni sul TFR. Nel rigo RM23, indicare le somme percepite nel corso del a titolo di trattamento di fine rapporto e le altre indennità di lavoro dipendente, comprese le somme ed i valori comunque percepiti, al netto delle spese legali sostenute, anche se a titolo risarcitorio o nel contesto di procedure esecutive, a seguito di provvedimenti dell'autorità giudiziaria o di transazioni relativi alla risoluzione del rapporto di lavoro dipendente.

  • Gli operai.
  • Come guadagna ivangai

Nelle colonne da 1 a 3 vanno indicati i dati relativi al rapporto di lavoro. In particolare: nella colonna 1, indicare la data di inizio del rapporto di lavoro; nella colonna 2, indicare la data di cessazione del rapporto di lavoro. In caso di anticipazione del TFR va indicato il periodo compreso tra la rapporto sul reddito aggiuntivo di inizio del rapporto di lavoro e la data di richiesta dell'erogazione, o in alternativa il 31 dicembre dell'anno precedente la medesima data; nella colonna 4, indicare la percentuale del reddito spettante all'erede; in tal caso, nelle successive colonne indicare l'indennità complessivamente erogata nell'anno o in anni precedenti a tutti i coeredi o al de cuius e gli acconti complessivamente versati dai medesimi o dal de cuius in anni precedenti.

Tale importo si ottiene moltiplicando la cifra di euro ,87 ovvero euro ,23 se il rapporto di lavoro è cessato entro il 30 dicembre per gli anni presi a base di commisurazione considerati fino al 31 dicembre colonne 10, 11 e La cifra di euro ,87 deve essere rapportata a mese per i periodi inferiori all'anno e deve essere proporzionalmente ridotta negli anni in cui il rapporto si è svolto per un numero di ore inferiore a quello ordinario previsto dai contratti collettivi di lavoro.

Redditi non dichiarabili nel modello 730 e quadri aggiuntivi del modello Redditi PF

Si precisa che in caso di somme percepite dall'erede, l'importo da evidenziare nella presente colonna deve essere commisurato alla percentuale di colonna 4 vedere in proposito le precisazioni contenute a colonna 4. Per durata effettiva s'intende il periodo compreso tra la data di inizio e quella di cessazione del rapporto di lavoro con esclusione dei periodi di sospensione del rapporto stesso ai sensi dell'art.

Registrazione contratti di locazione Quadri Aggiuntivi Modello Redditi RW-RM-RT In alcuni casi ad esempio per immobili, conti correnti o attività finanziarie posseduti o detenuti all'esteronon è possibile indicare una parte di dati da comunicare al fisco nella dichiarazione "base". È necessario predisporre dei moduli aggiuntivi alla dichiarazione dei redditi.

La cifra di euro 61,97 deve essere rapportata a mese per i periodi inferiori all'anno e deve essere proporzionalmente ridotta negli anni in cui il rapporto si è svolto per un numero di ore inferiore a quello ordinario previsto dai contratti collettivi di lavoro. Si precisa che in caso di somme percepite dall'erede, l'importo dell'acconto deve essere commisurato alla percentuale di colonna 4 vedere in proposito le precisazioni contenute a colonna 4.

Il versamento del predetto acconto del 20 per cento, da effettuarsi mediante utilizzo del mod.

rapporto sul reddito aggiuntivo

È importante sapere che l'acconto non è dovuto sui redditi di capitale di cui alla Sezione V per i quali si applica l'imposta sostitutiva, in quanto già soggetti, in sede di dichiarazione, al pagamento dell'imposta a titolo definitivo. Redditi a tassazione ordinaria Nel rigo RM15, qualora il contribuente abbia optato per la tassazione ordinaria nelle Sezioni interessate, indicare: nella colonna 1, il totale dei redditi per i quali è stata effettuata l'opzione; nella colonna 2, l'ammontare delle ritenute relative a tali redditi.

rapporto sul reddito aggiuntivo

Il totale dei redditi per i quali il contribuente ha optato per la tassazione ordinaria deve essere sommato agli altri redditi assoggettati all'Irpef e riportato nel rigo RN1, colonna 5, del quadro RN; le relative ritenute devono essere sommate alle altre ritenute e riportati nel rigo RN33, colonna 4. SEZIONE VII — Proventi derivanti da depositi a garanzia La sezione VII deve essere compilata per indicare i proventi derivanti da depositi a garanzia di finanziamenti percepiti nell'annomaturati fino al 31 dicembre di cui ai commi da 1 a 4 dell'art.

  • In caso di plusvalenza da exit tax l'opzione per la tassazione separata va esercitata nel quadro TR.
  • Le scommesse fanno soldi

In questa sezione vanno quindi indicati i proventi derivanti da depositi di denaro, di valori mobiliari e di altri titoli diversi dalle azioni e dai titoli similari, costituiti fuori dal territorio dello Stato, a garanzia di finanziamenti concessi a imprese residenti, qualora i proventi stessi non siano stati percepiti per il tramite di banche o di altri intermediari finanziari non assoggettati al prelievo alla fonte.

Su detti proventi è dovuta la somma del 20 per cento, anche nel caso in cui gli stessi siano esenti e indipendentemente da ogni altro tipo di prelievo per essi previsto.

Mod. 730: quali sono i soggetti obbligati a presentarlo?

In tal caso il reddito della predetta stabile organizzazione, determinato nella sezione II-A del quadro FC, è assoggettato a tassazione separata nella presente sezione nel prosieguo delle presenti istruzioni con il termine "CFC" si fa riferimento anche alle stabili organizzazioni di cui al presente punto.

In tal caso il dichiarante deve indicare il reddito imputato in relazione alla propria partecipazione agli utili.

Chi deve effettuare la dichiarazione dei redditi obbligatoriamente?

I redditi imputati a tali soggetti sono assoggettati a tassazione separata nel periodo d'imposta in corso alla data di chiusura dell'esercizio o periodo di gestione di una società o di altro ente residente o localizzato in Stati o territori con regime fiscale privilegiato anche speciale, individuati ai sensi dell'art. Nel caso in cui al dichiarante siano stati imputati redditi di più soggetti esteri dei quali possiede partecipazioni, devono essere utilizzati più quadri RM, avendo cura di numerarli progressivamente compilando la casella "Mod.

Tassazione dei redditi da lavoro dipendente in Italia

Pertanto, nel rigo RM17, deve essere indicato: in colonna 1, il codice fiscale del soggetto che ha dichiarato il reddito della società o di altro ente residente o localizzato in Stati o territori rapporto sul reddito aggiuntivo regime fiscale privilegiato anche speciale, individuati si veda il comma 4 del predetto art.

Qualora vi sia coincidenza tra il soggetto che ha dichiarato il reddito della società non residente ed il soggetto dichiarante, quest'ultimo deve indicare il proprio codice fiscale.

Con riferimento al reddito della stabile organizzazione, la presente colonna va compilata esclusivamente nelle ipotesi sub b e criportando il codice fiscale del soggetto trasparente cui il dichiarante partecipa in qualità di socio e nella colonna 2 la quota di reddito imputata dal soggetto trasparente per la parte proporzionale alla partecipazione agli utili; in colonna 2: - nell'ipotesi ail reddito dichiarato nella sezione II-A del quadro FC del FASCICOLO 3 del presente modello, in proporzione alla propria partecipazione nel soggetto estero partecipato ; — nell'ipotesi bil rapporto sul reddito aggiuntivo imputato dal soggetto di cui all'art.

Nel rigo RM18 deve essere indicato: in colonna 1, il valore di colonna 6 del rigo RM17 nel caso in cui al dichiarante siano stati imputati redditi riferibili a più di un soggetto estero, per i quali si rende necessario l'utilizzo di più moduli, deve essere indicata la somma degli importi indicati nella colonna 6 del rigo RM17 di tutti i moduli compilati; in colonna 2, il credito di imposta del quale il contribuente ha chiesto, nella precedente dichiarazione, l'utilizzo in compensazione rigo RX15 ; in colonna 3, l'importo dell'eccedenza di cui a colonna 2 e colonna 4 credito d'imposta previsto dall'art.

F24 per il calcolo degli acconti vedi Appendice alla voce "acconto imposte sui redditi derivanti da imprese estere partecipate" ; in colonna 5, l'importo da versare, corrispondente alla somma algebrica, se positiva, degli importi indicati nelle colonne da 1 a 4.

Navigazione

Se il risultato di tale operazione è negativo, indicare l'importo a credito in colonna 6 senza farlo precedere dal segno "—" e riportare lo stesso nel rigo RX15, del quadro RX, della presente dichiarazione.

I versamenti delle imposte relative ai redditi della presente sezione devono essere effettuati entro i termini e con le modalità previste per il versamento delle imposte sui redditi risultanti dalla presente dichiarazione.

rapporto sul reddito aggiuntivo

Per il versamento rapporto sul reddito aggiuntivo IRPEF dovuta a saldo, è stato istituito il codice tributo e per quello relativo al primo acconto, il codice tributo Nei righi da RM20 a RM22 devono essere distintamente indicate, per il periodo d'impostale operazioni relative alla rideterminazione del valore dei terreni edificabili, dei terreni agricoli e dei terreni oggetto di lottizzazione, per i quali il valore di acquisto è stato rideterminato sulla base di una perizia giurata di stima ed è stato effettuato il relativo versamento dell'imposta sostitutiva nella misura del 10 per cento su tale importo.

Sull'importo delle rate successive alla prima sono dovuti gli interessi nella misura del 3 per cento annuo da versare contestualmente a ciascuna rata. In caso di versamento rateale la rata deve essere determinata scomputando dall'imposta dovuta quanto già versato e dividendo il risultato per il numero delle rate. Nel caso di comproprietà di un terreno o di un'area rivalutata sulla base di una perizia giurata di stima, ciascun comproprietario deve dichiarare il valore della propria quota per la quale ha effettuato il versamento dell'imposta sostitutiva dovuta.