Contratto a termine o opzione

Nell'opzione di vendita il potenziale acquirente concedente concede al proprietario del bene opzionario il diritto a venderlo al prezzo concordato. In questa circostanza il proponente è invece in posizione di soggezione. In pratica, il rinnovo del contratto a termine sarà possibile solo in continuità con il precedente contratto. Inoltre, si forniranno anticipazioni sulle disposizioni previste dal decreto Maggio. Natura contrattuale del patto d'opzione e differenze con l'istituto della proposta irrevocabile[ modifica modifica wikitesto ] L'opzione è il contratto che attribuisce ad una parte opzionario il diritto di costituire il rapporto contrattuale finale mediante una propria dichiarazione di volontà.

contratto a termine o opzione

Per tutte le transazioni dei future è prevista una clearing house, ossia una controparte unica che nel mercato italiano è la Cassa di compensazione e garanzia. Il suo compito è quello di garantire il buon fine delle operazioni, la liquidazione e la corresponsione giornaliera di perdite e profitti delle varie parti. La Cassa di compensazione e garanzia si interpone dunque in ogni scambio sui future e garantisce l'operazione salvo poi rivalersi su eventuali soggetti inadempienti.

Proprio per garantire questa funzione è stato attivato nel mercato dei future italiani il sistema dei margini.

contratto a termine o opzione

Parimenti, il calcolo dei 24 mesi di lavoro deve tenere conto di tutti i contratti di somministrazione a termine intercorsi tra le parti, inclusi quelli antecedenti alla data di entrata in vigore della riforma. Non sono cumulabili, invece, a tal fine i periodi svolti presso diversi utilizzatori, fermo restando il limite massimo di durata complessiva di 24 mesi dei contratti a termine, salvo una diversa soglia fissata dalla contrattazione collettiva.

Anche in questo caso resta ferma la facoltà della contrattazione collettiva di individuare percentuali diverse, per tenere conto delle esigenze dei diversi settori produttivi.

contratto a termine o opzione

Il limite percentuale del 30 per cento trova applicazione per ogni nuova assunzione a termine o in somministrazione a partire dal 12 agosto La norma, purtroppo, non sblocca il medesimo divieto per i contratti intermittenti.

In questo caso, quindi, eventuali termini previsti per i contratti intermittenti in essere, non potranno essere prorogati o rinnovati.

La ratio della norma è evidentemente quella di dare continuità ai rapporti di lavoro flessibili, quali quelli a tempo determinato ed in somministrazione a termine, al fine di evitare, in questo periodo di crisi, che i lavoratori si possano trovare privi di qualsiasi tutela indennitaria. In pratica, il rinnovo del contratto a termine sarà possibile solo in continuità con il precedente contratto.

contratto a termine o opzione

Interpretazione autentica E passiamo ad una altra possibile criticità.