Definizione di opzioni finanziarie, Introduzione

L'operatività di vendita allo scoperto è consentita solamente sulle opzioni call per coloro che detengono i titoli sottostanti. Esistono le opzioni packages, le opzioni binarie, le opzioni sentiero dipendenti, le opzioni composte, le opzioni su più di un bene sottostante e molte altre ancora. Cosa sono le opzioni? Una volta acquistato, ogni contratto viene riportato all'interno del portafoglio titoli. Generalizzando le opzioni valgono più in vita che "morte", in quanto le stesse sono composte da una parte intrinseca differenza tra prezzo del titolo e strike per le call e viceversa per le put e da un'altra definita temporale che caratterizza le opzioni stesse e nel caso si optasse per l'esercizio anticipato si rinuncerebbe totalmente al valore della seconda componente, ovvero alla probabilità che il prezzo del sottostante si allontani ulteriormente dallo strike.

A destra del prezzo di esercizio, per ogni livello, vengono visualizzati tutti i contratti Put, a sinistra del prezzo di esercizio tutti i contratti Call. Operatività: cliccando due volte sulla riga di ogni contratto a destra, per le put, o a sinistra, per le call viene visualizzato il powerboard con book, monitor ordini, order entry e time and sales.

definizione di opzioni finanziarie

Ogni operazione viene visualizzata nel monitor ordini generale o nel monitor del powerboard relativo. Una volta acquistato, ogni contratto viene riportato all'interno del portafoglio titoli.

Scopri di più

Come per ogni lista di PowerDesk, anche per l'Options center è possibile personalizzare dal pannello delle preferenze il colore dello skin e la grandezza dei caratteri. Importante: se si decide di portare un'Opzione a scadenza, il contratto viene visualizzato nel portafoglio titoli ed è negoziabile fino al giorno antecedente al giorno di chiusura ore Commissioni: i costi sono pari a 6,95 Euro per ogni lotto eseguito.

Se nel mese vengono generati più di I costi sulle opzioni su indici americani sono pari a 6,95 Dollari per ogni lotto eseguito. Massimali: non è possibile inserire ordini superiori ai lotti o controvalore Inoltre è possibile sfruttare l'effetto leva che permette di amplificare i guadagni; infatti questi strumenti hanno variazioni di definizione di opzioni finanziarie maggiori rispetto a quelle dei loro sottostanti.

Caratteristiche principali

Per una Call l'effetto leva esprime il rialzo del prezzo dell'Opzione rispetto ad una variazione percentuale del prezzo del sottostante nel caso di una Putviceversa, lo stesso esprime il rialzo dell'Opzione per un ribasso percentuale del sottostante.

Consideriamo il momento dell'esercizio: se la quotazione del sottostante si trova oltreallora otteniamo dall'esercizio un profitto pari alla differenza tra la quotazione attuale del sottostante e moltiplicata per 2. Allo stesso modo, vediamo il payoff per una opzione put: Il guadagno per chi acquista una put è, al contrario delle call, limitato.

Al netto del premio pagato, infatti, il profitto sarà tanto più grande quanto minore sarà il prezzo del sottostante rispetto allo strike price, avendo la put ad oggetto la vendita dello stesso.

Il contratto di Opzione: concetti generali di Giuliana Fittante, gennaio Vedi anche: Operatività sulle opzioni con Directa Introduzione Appartenente alla definizione di opzioni finanziarie categoria dei derivati, l'opzione è lo strumento finanziario caratterizzato da una più forte valenza assicurativa, concepito in origine allo scopo di garantire all'acquirente, a fronte del pagamento di un "premio", una copertura dal rischio di svalutazione del suo investimento. Si tratta in effetti di un vero e proprio contratto tra due soggetti, compratore e venditore, con cui il primo acquisisce il diritto, ma non l'obbligo, di comprare opzione Call o vendere opzione Put una determinata quantità di uno strumento finanziario attività sottostante, o underlying a o entro una scadenza stabilita e a un prezzo prefissato prezzo di esercizio o strike pricementre il secondo gliene fornisce la garanzia, a fronte del pagamento incassato con la vendita dell'opzione. Poiché il possessore dell'opzione eserciterà il suo diritto solo se gli risulterà conveniente, mentre il venditore è obbligato a rispettare l'impegno assunto con l'incasso del "premio", l'analogia con i contratti di assicurazione risulta evidente. Fin qui la "filosofia" del contratto

Opzioni: vantaggi e costi Il principale vantaggio offerto dalle opzioni è la versatilità. Inoltre, un secondo importante vantaggio, è dato dalle prospettive di guadagno, le quali, se le aspettative si vedranno realizzate, potranno essere ben maggiori dei costi sostenuti.

definizione di opzioni finanziarie

Articolo originale pubblicato su Money. Ad esempio, un'opzione Call è in the money quando lo strike è inferiore al prezzo corrente del sottostante, una Put quando è superiore.

Il valore di un'Opzione

Alla scadenza solo le opzioni in the money conservano valore. Nel valutare il valore di un'opzione dobbiamo distinguere due componenti: il valore intrinseco, determinato dalla distanza del prezzo di esercizio da quello di mercato del sottostante; più precisamente, lo si definisce come il maggior valore tra zero e il valore che l'opzione avrebbe se fosse esercitata immediatamente il valore temporale, legato alla maggiore definizione di opzioni finanziarie minore possibilità di movimenti del sottostante favorevoli al possessore e quindi anche alla più o meno lunga vita residua del contratto: in linea di massima, più lontana è la scadenza, più alto è il rischio assunto dal venditore e quindi, a parità di altre condizioni, il prezzo dell'opzione.

Il prezzo di un'opzione è determinato dalla combinazione di sei fattori principali: il prezzo corrente del sottostante il prezzo di esercizio strike price la vita residua la volatilità del prezzo del sottostante il tasso d'interesse privo di rischio risk free i dividendi attesi lungo la durata del contratto.

definizione di opzioni finanziarie

L'influenza dei primi due fattori è intuitiva: il prezzo corrente è correlato positivamente al prezzo delle Call e negativamente a quello delle Put, mentre l'opposto avviene per il prezzo di esercizio. Il coefficiente che misura la sensibilità del prezzo dell'opzione alla variazione di valore del sottostante prende il nome di delta.

  1. Lessenza dei centri di negoziazione
  2. Definizione di "Opzione finanziaria"
  3. Dividendi Operatività sul sito Fineco e su PowerDesk Per operare è sufficiente selezionare la lista "Opzioni" dal menu laterale del sito Fineco sotto la voce "Futures e Opzioni" o dal menu dei panieri disponibili su PowerDesk.
  4. Il contratto di opzione-DirectaWorld
  5. Reddito Internet stabile

Prevede la consegna fisica dei titoli dopo cinque giorni dalla scadenza. Sono negoziate all'IDEM e possono avere scadenza mensile o trimestrale marzo, giugno, settembre e dicembreIn ogni seduta sono presenti le prime tre scadenze mensili e trimestrali.

Per ogni call e put sono negoziati almeno 9 prezzi di esercizio, di cui uno è at the money o vicino e almeno 4 per parte.

definizione di opzioni finanziarie

L'opzione FTSE MIB attribuisce all'acquirente la facoltà, dietro pagamento di un premio, di incassare a scadenza una somma determinata come prodotto fra il valore assegnato convenzionalmente ad ogni punto dell'indice ora 2,5 euro e la differenza tra il valore dell'indice stabilito alla stipulazione del contratto prezzo di esercizio e il valore dell'indice alla scadenza dell'opzione.

Esiste sia l'opzione call che quella put.

definizione di opzioni finanziarie

Le scadenze sono le stesse dell'ISOalfa con la stessa griglia di contrattazione differenza di punti base fra ogni elemento e le medesime scadenze. Floor è un contratto con cui l'acquirente, dietro pagamento di un premio unico o rateale, acquista il diritto a ricevere dal venditore alla fine di ogni periodo di riferimento, un importo pari alla differenza del prodotto fra un capitale definizione di opzioni finanziarie ad un tasso prefissato e un tasso variabile di mercato LIBOR e altri ;di conseguenza il venditore del floor paga il differenziale se il floor rate è maggiore del tasso di mercato.

Tale contratto è indicato per un operatore economico avente un credito di medio-lungo termine a tasso variabile e che si vuole coprire dal rischio di ribasso dei tassi.